esprimere amore pnl e coaching

L’Amore – come esprimerlo secondo PNL e Coaching

Blog

L’Amore – Agli inizi dei miei studi in psicologia mi sono chiesta: è possibile spiegare a parole un sentimento senza sminuirlo, senza togliergli qualcosa? In realtà oggi vi posso dire con certezza che la risposta è: no. E ancor meno quando si tratta del sentimento per eccellenza; faremo ora un viaggio all’interno dell’amore, e cercherò di essere il meno banale e scontato possibile.
La prima cosa che ci viene in mente quando sentiamo questa parola magica è un partner, fisico per alcuni, immaginario o spirituale per altri. Mi piace molto la distinzione che fanno i nostri amici greci che chiamano “Philia” l’amore tra amici o l’interesse verso qualcosa; con “Eros” definivano l’amore sessuale, mentre “Agape” è amore incondizionato, (anche non ricambiato) spesso con riferimenti religiosi oppure lo stesso amore che si ha verso un figlio e come si dice: una madre perdonerà sempre un figlio, qualunque cosa faccia. Infine “Storge” è l’amore familiare, a volte litigarello, ma quasi sempre sincero e diretto.
Quando parlo di amore, oltre a riempirmi di sorriso tutto il corpo, mi piace immaginare tutte le rappresentazioni che l’amore ci offre: l’immagine di un giovane ragazzo che raccoglie un uccellino caduto dal nido, due anziani che si tengono per mano, il sorriso di un bambino che ti guarda ingenuamente alla ricerca del mondo.

Non riesco a trovare l’amore

Spesso sento dire: “Non riesco a trovare l’amore”, confondendo lo spettacolo dell’emozione più profonda che esista, con il feeling con un partner. A queste persone, che sono davvero tante, rispondo con una ricetta che spero potrà essere loro utile:
1. Guarda chi ti sta accanto. Osserva, sii attento ai bisogni, cerca di capire ciò che ti comunica, scopri se ha piacere ed hai piacere nel trascorrere delle ore insieme.
2. Smettila di recitare. Sii te stesso, sempre e comunque, è più semplice e più produttivo. Farti conoscere per quello che sei sarà utile per costruire un rapporto vero.
3. Lascia che gli individui vadano e vengano. Non trattenere una persona che non ha il piacere di condividere dei momenti con te. Lascia che si allontani, se esisterà amore tra voi, di qualunque natura, tornerà, non opprimerla, non la tenere legata a te, non ti serve.
4. Abbandona il tuo bagaglio di aspettative. Non aspettarti dal prossimo che sia come tu lo vuoi, come il modello che ti sei costruito nella mente. Se hai piacere di “viverlo” fallo e basta, senza stereotipi, ma solo per il piacere di scoprire amore e dare amore.
5. Fai regali di te al prossimo. Sii presente, anticipalo, rendigli omaggio, ringrazia: fa piacere a te come fa piacere alla persona alla quale ti doni. Lasciati andare, regala sorrisi più che puoi.
6. Diventa amico di te stesso. Ascoltati, chiediti sempre se sei felice, chiediti se ciò che stai facendo ti fa sentire straordinariamente bene, se l’amore è presente nella tua vita.
Non disperare quindi se non trovi il partner, ricorda che non è obbligatorio. Vivi il prossimo con amore, sia che si tratti del compagno che vorresti affianco, sia che si tratti di un amico o di un figlio, o ancora degli animali che adori, dei tuoi sport, di te stesso. Non aver vergogna, dimostra ogni volta che hai amore per gli altri. Saranno gli altri a doversi imbarazzare e, credimi, ti invidieranno: perché tu saprai fare qualcosa in più: saprai essere te stesso e quindi saprai anche amare e chi ti desidera ti dovrà meritare.

Ora che hai letto questa curiosità sull’amore, cosa ne pensi dei 5 punti appena descritti? Quale senti più in sintonia con le tue emozioni?

Scopri il prossimo corso gratuito

Articolo precedente
Le Mappe Mentali
Articolo successivo
Le Buone domande del COACHING
Menu
Condividi